Le competenze, un patrimonio da salvaguardare

Le competenze, un patrimonio da salvaguardare

Ma davvero ci siamo massificati a tal punto da ignorare le competenze e ritenere chiunque in grado di fare qualsiasi cosa a prescindere dalla formazione e dalle capacità?

La domanda sembra retorica ma non lo è affatto, non in rapporto a quello che sta accadendo in quasi ogni aspetto della vita politica e sociale di questo paese.

Senza tirarla per le lunghe: la nostra società è diventata talmente fluida da aver perso di vista alcuni parametri fondamentali per giudicare l’azione dei singoli.

Uno di questi è la valutazione delle competenze.

Vi fareste operare da qualcuno solo perché ha visto tutte le puntate di “Esplorando il corpo umano”?

No, non lo crediamo.

Dunque affidate il futuro del vostro brand e il vostro fatturato nelle mani di professionisti qualificati.

Nel nostro ramo, che è quello della comunicazione e del marketing, non ci si può improvvisare.

Questa è una regola da cui non si può prescindere.

Anche se a ben vedere ci sono parecchi che prescindono.

Un’altra regola da cui non si può prescindere riguarda il costo delle competenze. Un lavoro ben fatto, in grado si esprimere al massimo il potenziale della tua azienda o del tuo brand ha un costo. Perché dietro ad un lavoro del genere c’è studio, strategia, applicazione, prove grafiche e tecniche.

Diffidate da chi propone soluzioni a prezzi stracciati, di sicuro non ha dietro il bagaglio necessario.

Oggi c’è purtroppo una tendenza pericolosa, che è quella di appropriarsi di titoli anche se non si posseggono. Piovono Social Media Manager e esperti di comunicazione da tutti i lati, tutti sono grafici o content manager, tutti pensano di essere social addicted solo perché in grado di aprire una pagina su Facebook.

Ma la realtà è diversa.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *