Che cos'è il marketing? Una magia

Che cos'è il marketing? Una magia
Le persone non comprano prodotti e servizi, ma relazioni, storie e magia
(Seth Godin)
Parliamo di marketing. Apriamo le danze per rendere ancora più chiaro quello che noi facciamo, noi di Micilab. Il marketing è una magia. Davvero? Se pensate che il marketing sia qualcosa legato alle ricerche di mercato, ai sondaggi, ai prodotti, alla vendita e a tutto quello che gira intorno cose non avete sbagliato. Però magari avete visto qualche film datato, tipo quando Micheal Douglas nei panni di Gordon Gekko si lanciava alla conquista di Wall Street. Parliamo degli anni 80 e degli Stati Uniti. Il mondo è cambiato. Tanto.
Mio nonno, Mario, lavorava nel cinema, ha iniziato come camionista. Era uno di quei romani con dei baffoni da antologia e mi ricordo che ha imparato la geografia girando per il mondo con le troupe. Da bambino mi raccontava del Messico, aveva lavorato con Marlon Brando in Viva Zapata, e della Cambogia, con Peter O’Toole in Lord Jim: la serie A del cinema. Più altri film. Sempre in giro. Mi interrogava sulla geografia, ero uno dei pochissimi bambini che alle elementari sapesse che a Rio de Janeiro c’è una montagna alta 710 metri con sopra una statua del Cristo Redentore. Mi guardava e mi diceva: “Simò il mondo è pieno di magia, ma devi sapè dove sta’!
Il marketing è relazione, storie e magia.
Mio nonno mi ha fatto capire quanto erano importanti le storie. Se oggi ripenso a lui, morto quando avevo 17 anni, mi rendo conto che mi ha insegnato moltissimo: sulle storie e sugli uomini. E sull’ascolto. Per capire il mondo bisogna ascoltarlo. Oggi ci sono i social network, sono delle comunità dove ci sono incontra, ci si relaziona. Ci si ascolta. Come dice Jay Baer, grande esperto di content marketing: “Il contenuto è il re, i social media sono la benzina“. Oggi c’è Internet. Io però il primo modem l’ho avuto nel 1990 e da allora non ho mai smesso di starci sulla rete. Perché era un racconto, molte cose alla fine bisogna saperle vedere e dire, praticamente raccontare. Bisogna capirle. Questo è il marketing: una geografia della narrazione. Capire per raccontare.
mucca violaSeth Godin è un guru del marketing, una che ha scritto un bel libro chiamato “La mucca viola“. Forse a qualcuna sarà venuto in mente che stiamo parlando di cioccolata, della Milka, un fenomeno pubblicitario che lui ha analizzato. Credete sia nato per caso? Assolutamente no. Hanno studiato, hanno ipotizzato, hanno osato. Eppure ancora oggi tutti ricordano un’immagine come la mucca della Milka, una mucca viola. Hanno fatto delle opposizioni, non tutti erano a favore della mucca viola, reparto marketing incluso, eppure è ancora lì, ha vinto con un racconto fuori dal comune, una narrazione che unito studio, ricerca e risorse. Era il 1971. L’anno successivo fu un trionfo. Arrivò in Italia solo nel 1987. Mario me la regalò una domenica. Aveva un gusto diverso. Sapeva di magia.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *