Pandemica Narrazione

Pandemica Narrazione

L’ultimo ciak!

Silenzio! Pandemica Narrazione, scena 20, ciaaak!

Inquadratura aereo che atterra su pista, la scena si sposta agli arrivi, siamo in Cina, aria rarefatta, uomini in tuta bianca, mascherine, silenzio irreale. Altro cambio di scena, veloce, Nogler è in una stanza per gli interrogatori, è seduto, ha la mascherina e i guanti, due uomini in divisa, dall’altro lato del tavolo gli fanno domande, anche loro hanno le mascherine, le voci sibilano come perse nel vento…

“Che atmosfera, che tensione, bravi, ma che dico bravissimi!”

“STOOOOOP, FERMA TUTTO! MA CHI CAZZO HA PARLATO? QUI STIAMO L A V O R A N D O, STIAMO GIRANDO UNA SCENA IMPORTANTISSIMA FONDAMENTALE, AMMASSA DI ZOTICI”

“Ehm Flavio, è il dottor Perfetti, della Rai…”

“Quel Perfetti?”
“Lui, lui”

“Dottor Perfetti carissimo, che piacere avervi qui sul nostro set. In tanti anni di lavoro non vi abbiamo mai visto, a cosa dobbiamo questo onore?”

“Maestro, maestro, maestro come sempre lei ha ragione, purtroppo come sa, ai piani alti si lavora incessantemente e non sempre si ha tempo di fare quello che si vorrebbe fare, ahimé! Oggi sono qui innanzitutto per farvi i miei complimenti, che lavoro, che trama, che suspence, quanta azione, che dialoghi tirati sino al parossismo, che scene magistralmente girate. Bravi, bravissimi. Ma, porto liete e meno liete novelle. Come ben sapete la situazione è cambiata, siamo in FASE 3, la parola d’ordine è POSITIVITà. Basta scenari foschi, nebbie, trame, complotti. Ora si lavora per la ripresa, l’ITALIA S’è DESTA! Si va tutti al lavoro, si viaggia, musei, mostre, financo le discoteca. C’è bisogno di allegria, di quella classica aria da Festa del Grazie, voi maestro ricordate quel capolavoro che fu Gli occhi del cuore, ne siete stato artefice e guida. CAMBIAMENTO. Smantelliamo tutto, il nostro mirabolante team di autori ha appena buttato giù una nuova sceneggiatura, casualmente ne ho proprio alcuen copie qui con me. La nuova serie si chiamerà “Ti ho visto mascherina”. È una storia complessa, piena di sfaccettature, diversi piani di lettura. Si svolge in una discoteca di Rimini, è tutta un dire e non dire sul distanziamento sociale, i rapporti post covid. Bella, una cosa davvero bella. Lei maestro saprà dare il massimo, come sempre. Ha la nostra piena fiducia!”

“Sì ma sono settimane che lavoriamo, il cast è stato scelto per Pandemica, set, costumi. Il girato che fine mi fa? La prima stagione è quasi pronta, non so, potremmo usare questa “magnifica” idea per una seconda stagione?. Che dice? Una cosa all’americana, antologica. Molto moderna”

“Maestro, maestro, maestro. Lei è un genio. Ma io l’ho sempre saputo eh, lo ripeto continuamente anche al direttore generale sa, che affare abbiamo fatto ad avere il maestro con noi. Unico, sublime. Però, che dire, i soldi sono quelli che sono, poi ripeto, il virus è in ciabatte, abbiamo bisogno di OSSIGENO, aria pura. Basta questa cupezza, questa introversione, questa tristezza. Diamoci un taglio. Discoteca, senza ballare ovviamente, mare, Rimini, turiste in bikini. Sole cuore amore. Su, su. Vi lascio il copione, lo leggete con calma, tranquillità e intanto qui sbaraccate tutto. Che domani si costruisce il nuovo set. Abbiamo in arrivo una partita di sabbia dalla Tunisia che è uno spettacolo”


“Domani? Sbaracchiamo? Sabbia? Tunisia?”


“Maestro, maestro, maestro. Su, non metta il broncio e ringrazi che in questo periodo di crisi lei a fine mese il mutuo per quella villetta lì in Sardegna potrà pagarlo”.


“RAGAZZI SI SBARACCA. Addio PANDEMICA NARRAZIONE, ben arrivata TI HO VISTO MASCHERINA. Voglio subito un paio di sbucionett da mettere in tanga, forza, forza al lavoro. OSSIGENO, CI VUOLE OSSIGENO. Perché come dice l’unico, l’ineffabile Renè Ferretti a noi la qualità ci ha rotto il biiiiiiip”.

MITA BORGOGNO

ps Noi di Micilab si è firmata la petizione per avere la quarta stagione di Boris, con le lacrime sempre in punta di ciglia per la perdita di Mattia Torre.



Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *